DIRETTORE

Stampa

Direttore

Roberto Dante Cogliandro

Notaio

Ricordo con affetto e un pizzico di orgoglio l’inizio della nostra avventura. Nell’ormai lontano 2007, un gruppo di giovani giuristi, legato da un vincolo di stretta amicizia, decise di tentare la creazione di una nuova rivista giuridica. L’idea fu accolta con entusiasmo e, con l’aiuto della casa editrice il Denaro, nacque il progetto di dar vita ad una rivista giuridica rivolta al mondo delle professioni forensi. La sfida era ardua, e, nel tentativo di creare un prodotto diverso, decidemmo di puntare su osservatori giurisprudenziali, legati alle varie sedi giudiziarie, seppur non sottovalutando le pronunce della Suprema Corte. Lo scopo era ritagliare per la nostra “creatura” uno spazio nel panorama nazionale dell’editoria giuridica, e per questo, decidemmo di puntare sull’approfondimento di tematiche e orientamenti che, commentati, potevano essere un utile supporto per la quotidiana attività dell’avvocato, e, al tempo stesso, uno stimolante viatico di sollecitazioni per i giovani giuristi che, dopo la laurea, si affacciano timidamente al mondo della formazione, dei concorsi e delle professioni. Una rivista giovane ma molto ambiziosa, che da sempre ha puntato sull’entusiasmo e la passione di tutti i soggetti coinvolti. La strada percorsa è stata lunga e piena di ostacoli, ma la “famiglia” Gazzetta Forense è cresciuta di anno in anno ed è così che, con l’impegno di noi tutti, siamo arrivati ad una costante e puntuale presenza nel panorama scientifico nazionale, conquistando, passo dopo passo, la stima e l’apprezzamento dei lettori. I momenti di difficoltà non sono mancati, gli ostacoli sono sempre dietro l’angolo, ma la nostra forza è stata la costante partecipazione di esimi giuristi che, alternandosi tra loro, hanno sempre fornito un apporto costante alla nostra causa. La passione e l’amore per il diritto è sempre prevalso e così, nonostante le molteplici difficoltà, soprattutto negli ultimi tempi, siamo riusciti ad essere vitali e presenti nel panorama giuridico. La rivista è migliorata ed è cresciuta con le nostre idee, con sempre nuove sezioni che di anno in anno, di mese in mese, sono andate ad arricchire la sua ossatura. Gazzetta Forense è una rivista bimestrale, ogni numero è composto da oltre centosessanta pagine e così si è conquistata l’apprezzamento della comunità scientifica. Le nostre produzione non si sono limitate e siamo riusciti a elaborare approfondimenti tematici specifici con quaderni collegati alla rivista. Questa avventura oggi continua con una nuova linfa: a partire dal 2014 la pubblicazione sarà curata da un nuovo gruppo editoriale e con il collegamento funzionale, strategico e di partnership con l’Università Telematica Pegaso. La grande novità, nel rispetto del brand del nuovo partner, prevede il potenziamento del sito internet della rivista e l’invio gratuito in via telematica di ogni numero a tutti gli avvocati italiani iscritti alla Cassa Nazionale di Previdenza Forense. Ovviamente la natura del prodotto resta invariata, e quindi, allo stesso tempo, la rivista in modalità cartacea, continuerà ad essere inviata a tutti gli abbonati, presso tutte le biblioteche giuridiche, presso la biblioteca della Cassazione, presso le Corti d’Appello, presso i Tribunali e in tutte le strutture istituzionali del Paese. Il nostro progetto prevede una capillare distribuzione, telematica e cartacea, in modo da fare aumentare i fruitori della Gazzetta Forense. La dignità e l’autorevolezza scientifica non viene sottovalutata e per questo, per adeguare la rivista ai nuovi parametri Anvur, abbiamo provveduto ai necessari accreditamenti presso il Ministero dell’Università ed a creare, all’interno della rivista, oltre al Comitato Scientifico e al Comitato di Redazione, un Comitato di Valutazione dei lavori che di volta in volta saranno pubblicati. In tal modo attraverso un sistema di anonimato si provvederà a sottoporre ai membri del comitato di referaggio, con modalità turnaria, i lavori a pubblicarsi, così da essere sottoposti a giudizio di idoneità e/o revisione. La rivista, inoltre, a partire dal primo numero del 2014 si arricchisce di una nuova specifica sezione dedicata alle “Novità legislative”; tale sezione ha la finalità di segnalare al lettore il testo delle disposizioni legislative, di volta in volta promulgate, con allegato un breve commento introduttivo per avere una prima visione dell’impatto sistematico della novità. La struttura di Gazzetta Forense, con i tanti amici e autorevoli studiosi che ne fanno parte, partendo dalla esperienza maturata, si accinge ad intraprendere, con l’ausilio del nostro nuovo editore, una esaltante avventura, strizzando l’occhio al pianeta internet, sfruttando la potenzialità della comunicazione telematica, che rappresenta il futuro nei sistemi di lettura e consultazione degli strumenti di supporto giuridico, senza però mai dimenticare le nostre origini, l’autonomia e la forza di un prodotto artigianale, frutto della passione dei singoli e dell’unione che lega tutti noi. La Gazzetta Forense si affaccia al web ma resterà fedele alla sua tradizione e continuerà ad essere presente in forma cartacea sulla scrivania di tutti noi e di quanti, speriamo numerosi, vorranno fruire dei suoi contenuti.

Lascia un commento